Rivestimento

 
 
Piastrella: la monocottura ceramica smaltata sulla superficie esterna presenta ottime doti antigelive, è resistente agli urti, allo sgretolamento e alle rigature, assicura l'inalterabilità dei colori e garantisce una grande libertà progettuale, dovuta alla vasta gamma cromatica e dimensionale esistente. Il formato più classico è di 24 x 11,5 cm, con uno spessore di 8 / 15 mm.

Mosaico: il mosaico vetroso è superiore, almeno per quanto riguarda le proprietà chimico fisiche, alla piastrella ed assicura una maggior precisione di esecuzione, agevolando il montaggio e riducendo i tempi di posa. Il formato ridotto di ciascuna tessera rende infatti possibile il rivestimento di ogni particolare della piscina e di qualunque tipo di decorazione, anche con disegni complessi e originali.

Telo PVC: è un rivestimento armato in tessuto trevira totalmente resistente ai raggi UV, ottenuto per calandratura a caldo di due fogli di PVC su tessuto trevira a trama fitta, che ne costituisce l'armatura. Il rivestimento viene realizzato in loco termosaldando fra loro vari teli opportunamente dimensionati e disposti. Questa soluzione viene considerata particolarmente valida per la resistenza, la durata e la grande capacità di impermeabilizzazione che garantisce. Esistono soluzioni più economiche che prevedono teli più sottili, non armati e preventivamente realizzati sulle misure precise della piscina. 

Vernice: queste vernici a base di cloro caucciù o a base vinilica di resine epossidiche rappresentano una soluzione davvero economica, la quale richiede però, in media ogni 3 / 4 anni, una ripassata sull'ultimo strato di pittura e, ogni 6 / 7 anni, il ripristino dell'intero manto, previa rimozione a fuoco dello strato originale.
 
Visita il nostro e-commerce
© 2012 Piscine interrate
AVVERTENZE LEGALI | Privacy | Website by Clicom